Quando vedo te vedo la luna, vedo le stelle.
Il cielo risplende e tutto sembra più bello.
Il mio cuore s’espande e la felicità esplode.
Da quando ti ho vista, da quando ti ho conosciuto, le nuvole sono andate andate ma penso ritorneranno.
E se arriva il temporale, una volta finito, rinascerò.

M.A.

Sembravo davanti ad un Dio potente.
E mi sentivo inerme, esausto, abbattuto.
Il futuro mi pesava ma non ci pensavo.
Mi mettevo nel letto e sorseggiavo un dolce amaro.
Ancora una volta mi sarei addormentato.

M.A.

Sei bellissimo e scrivi frasi stupende ❤️ hai la mia stima di dove sei
Anonimo

Grazie mille!! :)
Io sono di Brescia. Tu di dove sei??

Odio tutte quelle coppie che fanno gli sdolcinati e poi lo danno a vedere. Cazzo, “romanticismo” non vuol dire quelle merdose stronzate che si fanno insieme tanto per fare, il “romanticismo” è avere 2 coglioni così e scommetterci tutto. E’ cadere e rialzarsi ed essere più forti di prima. Il “romanticismo” non si vede, si vive. Coglioni.

M.A.

Ripenso a tutte quelle volte che andavamo giù al lago a fare il bagno.
Alle notti in cui nulla aveva fine.
Ti sdraiavi sul pontile e guardavi le stelle.
L’infinito prendeva forma e l’anima volava in cielo, come quando un bambino corre al parco giochi.
Poi si rientrava a casa e l’anima era stanca.
Si andava a dormire, io e lei.
Ma la cosa più importante è che eravamo felici, senza motivo, stavamo bene.

M.A.

Pugno stretto contro il muro.
Frantumo i poster della mia anima e il cuore schizza dritto nel cestino.
Solita storia, solita immagine, ma il significato è sempre quello: cazzo, che botta!
Gli occhi che ti si chiudono dentro al tuo letto. E tu che sei troppo stanco per arrabbiarti con il mondo ma non abbastanza tale da poterti addormentare.
Ti senti un po’ solo e confuso.
Vorresti essere accettato al meglio ma ora non è così. Inizi a scrivere per distogliere quell’impressione del cavolo stampata in faccia.
Cerchi di distinguerti ma per farlo non dovresti nemmeno cercarlo.
Viene fuori così, e magari non piaci, però ci provi.
Rischi e vedi i risultati. Buoni e cattivi.
Come gli eroi. Come noi. Come chi ha il coraggio di essere sè stesso e vince.

M.A.

"Mi ubriacavo di quegli sguardi..." adoro questa frase e... il tuo blog :)

Grazie mille, sono lusingato :)

Lei sul cubo, io in pista.
Che cazzo ci facevo lì, io?
Non amavo molto andare a ballare, amavo ballare però.
Lo so, è una cosa strana. Mi piaceva perchè mi lasciavo andare, solo che la gente mi rovinava questo momento, andava lì per fare tutt’altro.
Non ce la facevo.
Eppure quella sera i miei amici riuscirono a trascinarmi nella mischia.
Lei era sul cubo e mi guardava.
Pensavo: “Ma che cazzo vuole? Perchè mi guarda?”
Non aveva senso.
La solita serata era sbronzarsi a casa o in qualche bar, da solo o in compagnia.
Ma quella sera no, mi stavo facendo del male.
Pensavo che qualche donna ci sarebbe stata, senza fare nulla.
E mi sbagliavo. “Ma perchè?” Mi domandavo.
Ogni donna che mi guardava negli occhi mi stregava e tutto si fermava.
Cioè, tutto andava avanti e il mio cuore cercava di correre più forte.
Nulla di che, ma cazzo, che figata.
Mi ubriacavo di quegli sguardi.
Bicchiere in mano o occhi negli occhi.
Era tutta illusione. O forse no?
Cercavo di fregarmene perchè era fottutamente bello.
Ma ogni volta andava così.
Che cazzo avete negli occhi, stramaledette bastarde?

Oggi starebbero stati 41, anzi, sono 41.
Auguri grande.

Oggi starebbero stati 41, anzi, sono 41.
Auguri grande.

Ora sono qui. Penso a come sia dura.
Una vita davanti eppure mille ostacoli.
Ma qualcosa mi aiuta. Qualcosa sopraggiunge.
Non capisco più un cazzo e sbaglio sempre a scrivere, ma mi correggo.
Ora collasso sul divano senza più sentire niente.
E’ tardi ma non è mai troppo tardi per bere.
Così penso a molte persone e mi torna il sorriso.
Non so se sia l’alcol o la mia testa.
Per me è solo l’alcol che fa funzionare la mia fottutissima testa.
E la verità viene fuori.

M.A.

Sarà una frase un po’ commerciale, un po’ una frase fatta, scontata.
Però Tumblr, cazzo, è la mia seconda casa.

M.A.

Sono assonnato, non dormo, bevo disaronno. Non bevo borghetti altrimenti ciao mondo.
Forse sto facendo troppa pubblicità ma è così che succede.
Domani un’altra fatica.
Oggi un altro bicchiere.

M.A.

Cielo stellato. Puzza di bruciato.
Un continuo contrasto che caratterizza la mia vita.
Momenti belli e momenti brutti.
Apprezzo ciò che ho, perchè so che è tanto. Anche se non è perfetto.
O forse lo è?
So che il mondo è un infame ma so anche che c’è qualcuno con un po’ di zucchero nell’anima che ci consola.
Eppure è così difficile, a volte. Eppure lo è tanto.
Le mie ossa cigolano dalla stanchezza che mi pervade ogni giorno.
Non voglio dormire, non voglio perdere tempo.
Cerco di rilassarmi, mi butto sul letto, cuffiette.
Addio mondo, non me ne frega un cazzo di te.

M.A.

Mi ero persa, tra le tue parole.

Mi fa davvero piacere. Grazie

Cerchi amici veri su internet forse perchè quelli nel mondo reale sono finiti.

M.A.